Fatturazione Elettronica

+1 voto
555 visite

L'ufficio Notifiche e Protesti del Tribunale deve registrarsi per ricevere le Fatture Elettroniche così come una PA?

L'ufficio Notifiche e Protesti del Tribunale di una grande città deve registrarsi per ricevere le Fatture Elettroniche così come una PA?
quesito posto 9 Aprile 2015 in Fatturazione Elettronica da donatella mattarozzi (250 punti)
modificato 10 Aprile 2015 da Gianni D.

2 Risposte

+3 voti
Risposta migliore
Gli Uffici notifiche e protesti (Unep) sono un'articolazione delle Corti d'Appello al cui interno lavorano ufficiali giudiziari ed operatori giudiziari i cui rapporti di lavoro sono regolati  dai contratti collettivi nazionali del pubblico impiego (comparto Ministeri) integrati dalle norme dell'ordinamento degli ufficiali giudiziari,  ex DPR 15/12/59 e successive modifiche.

Fatta questa premessa, ritengo che gli UNEP possano essere considerati uffici periferici del Ministero di Grazia e Giustizia, anche in considerazione del fatto che su di essi vigila l’ispettorato generale del Ministro che svolge compiti di controllo informandolo direttamente, ex art. 9 L. n.1311 del 12/08/62, o il Consiglio Superiore della Magistratura nel caso in cui lo stesso ne abbia richiesto l’intervento, ai sensi dell’art. 8 L. n. 195 del 24/03/58.

Concordo con la risposta di Gianlazzaro e ritengo, per quanto esposto sopra, che essi facciano riferimento, in materia di FE, alle Corti di Appello da cui dipendono.
risposta inviata 10 Aprile 2015 da Daniele Tumietto (14,610 punti)
Selezionata 10 Aprile 2015 da Eleonora Bove
sono dirigente di un UNEP, a noi la Corte d'Appello non ha comunicato nulla in merito, inoltre sul sito della ipa digitando il nostro codice fiscale non risultiamo in elenco, mi chiedo :
se non rientriamo come ufficio nella fatturazione elettronica, siamo tenuti per gli acquisti di ufficio a pagare le fattura con iva differita?? O possiamo continuare a fare come sempre?
non abbiamo avuto comunicazioni in merito e non saprei quali codici applicare per i versamenti dell'IVA, non abbiamo registro IVA ma solo un registro spese di ufficio che mensilmente viene vidimato dal presidente del tribunale.
Grazie Tiziana
Ritengo che rientriate come ufficio periferico del Ministero della Giustizia, come esposto sopra nella mia risposta.
In merito ala fattura con Iva differita segnalo che quando le operazioni sono svolte nei confronti dello Stato e di altri Enti pubblici (tra cui Regione, Provincia, Comune, Camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura; Istituti universitari; Unità sanitarie locali, Enti ospedalieri, Enti pubblici di ricovero e altri enti indicati al comma 5 dell’art. 6 DPR 633/1972) l’esigibilità dell’imposta coincide con il momento di pagamento del corrispettivo (c.d. esigibilità differita), fermo restando comunque la facoltà di applicare le disposizioni generali (esigibilità immediata).
Va precisato che il “differimento” del momento di esigibilità dell’imposta in relazione alle operazioni poste in essere nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni non ha alcuna influenza sul momento di effettuazione delle operazioni.
Gli obblighi di fatturazione continuano infatti a sussistere nel momento di effettuazione delle operazioni (oppure entro il termine differito al 15 del mese successivo in base a DDT o ad idonea documentazione).
Solo la relativa imposta viene contabilizzata a debito nel momento in cui viene pagato il corrispettivo.
In altri termini, l’operazione si considera effettuata al momento di emissione della fattura elettronica e a seguito del pagamento nasce il diritto dell’Erario ad esigere l’imposta.
0 voti
Non definirei l'UNEP una PA ma un ufficio del Ministero della giustizia, che è una Pubblica amministrazione centrale, per le quali l'obbligo di fatturazione elettronica è ormai in vigore dal 6 giugno dello scorso anno.

Sull'Indice delle pubbliche amministrazioni (IPA) è registrato il Ministero della giustizia con tutte le sue articolazioni e uffici nel territorio. Il Ministero della giustizia ha stabilito, e indicato sull'iPA quali uffici sono deputati a ricevere le fatture elettroniche.
risposta inviata 10 Aprile 2015 da Gianlazzaro Sanna (30,840 punti)