Fatturazione Elettronica

0 voti
274 visite

Per il cambio nominativo e PEC. A chi mi rivolgo?

Ho cambiato il nominativo del referente e relativa PEC . E' possibile che per ricevere le nuove password occorre più  di 20 giorni, nonostante le ripetute chiamate. Esiste un modo diverso di mettersi in contatto CON GLI UFFICI INTERESSATI. Se non adempiono a chi ci possaimo rivolgere?  

grazie
quesito posto 3 Aprile 2015 in Fatturazione Elettronica da LO BELLO (350 punti)
ri-taggati 15 Aprile 2015 da Eleonora Bove

1 Risposta

0 voti
Dalla lettura della domanda penso che essa sia relativa all'identificazione via PEC della trasmissione al SdI delle fatture elettroniche, e premetto che non sono in grado di dare una risposta sul termine indicato dei 20 giorni.

La risposta al quesito credo che possa essere trovata nelle specifiche tecniche operative delle regole tecniche di cui all’Allegato B del DM 55 del 3 aprile 2013, versione 1.2 del 20/03/2015 emanate dal SdI prevedono al punto 3.1.1 per la PEC che il soggetto che intende utilizzare la posta elettronica certificata, deve avvalersi di un gestore con il quale mantenere un rapporto finalizzato alla disponibilità del servizio di PEC (gestore tra quelli inclusi nell'elenco pubblico gestito da AgID. Tra le altre cose, nel punto in questione è indicato che l’utilizzo della PEC garantisce di per sè l’identificazione del soggetto trasmittente quindi per questo la prima volta che il soggetto trasmittente intende utilizzare la PEC, deve inviare il messaggio e i relativi file allegati all’indirizzo di posta elettronica certificata del SdI pubblicato sul sito web www.fatturapa.gov.it. Il SdI, con il primo messaggio di risposta (notifica di errore, ricevuta di consegna, ricevuta di mancata consegna o attestazione di avvenuta trasmissione della fattura con impossibilità di recapito) comunica al trasmittente l’indirizzo di PEC che dovrà utilizzare per le successive eventuali trasmissioni e che verrà utilizzato anche dal SdI per i messaggi in risposta, in questo modo il SdI individua un indirizzo di PEC dedicato, ma non esclusivo, per il colloquio con ogni soggetto trasmittente.

Suggerirei quindi, per non cambiare gli accrediti, di comunicare direttamente sul portarle www.fatturapa.gov.it il cambio di indirizzo PEC nella sezione Simulazione, e poi selezionare Gestire l'account.
risposta inviata 14 Aprile 2015 da Daniele Tumietto (14,550 punti)