Fatturazione Elettronica

0 voti
1,381 visite

E le spese economali?

Le spese economali (scontrini, tasse comunali, notifica atti giudiziari, come dovranno essere gestite se non sono previste esclusioni?
quesito posto 9 Marzo 2015 in Fatturazione Elettronica da M. Carmela

1 Risposta

+1 voto
Risposta migliore
Si procede "come prima", laddove non sono fatture non sono oggetto della innovazione normativa.
risposta inviata 9 Marzo 2015 da P. Catti Politecnico (4,910 punti)
Selezionata 11 Marzo 2015 da admin
QUESTI PROVVEDIMENTI  SI RIFERISCONO A FATTURE... TUTTO QUELLO CHE NON E' FATTURA  , ALMENO PER ORA,  NON VANNO CONSIDERATI .SI CONTINUA CON I DOCUMENTI CARTACEI
Vedi anche la circolare 1/E dell'Agenzia delle Entrate, che ha espressamente affermato che:
"Devono, pertanto, ritenersi escluse dal predetto meccanismo (split payement) le operazioni (ad es, piccole spese dell’ente pubblico) certificate dal fornitore mediante il rilascio della ricevuta fiscale di cui all’art. 8 della legge 10 maggio 1976, n. 249, o dello scontrino fiscale di cui alla legge 26 gennaio 1983, n. 18, e successive
modificazioni (cfr. art. 12, comma 1, della L. n. 413 del 1991) ovvero non fiscale per i soggetti che si avvalgono della trasmissione telematica dei corrispettivi (...)".

Quindi, alle spese a cui non consegue la fattura non si applica nè lo split payement e tanto meno la fattura elettronica.
ho letto con molta attenzione. Non posso condividere .La categoria dei Medici convenzionati con il S.S.N non emettono   fattura,  perché  esonerati da un  apposito DM del 31/10/1974  art.2 , che non ha nulla a che vede con le leggi indicate nel commento .Sono  convinto  però che la direttiva 2010/45/UE ,La successiva legge 244/2007 e il DM  55 del 3/4/2013 non hanno inteso creare una nuova disciplina in materia di fatturazione diversa dalla precedente fattura ordinaria. restiamo a vedere gli sviluppi  ...