Conservazione sostitutiva e digitalizzazione

+1 voto
878 visite

Nomina responsabile della conservazione esterno alla PA locale

Nel caso di nomina di responsabile della conservazione esterno (la società accreditata AGID che effettua la conservazione prende anche l'incarico di responsabile della conservazione ed altri incarichi) alcune attività non dovrebbero essere svolte all'interno dell'Ente, per cui tale funzione dovrebbe essere rivestita da un soggetto, anche non in forza all'organico dell'Ente quindi anche un professionista qualificato esterno, ma comunque presente rispetto ad un soggetto "virtuale" che risulta solo su un contratto?
quesito posto 11 Marzo 2015 in Conservazione sostitutiva e digitalizzazione da mg2168 (260 punti)
cambiato categoria 9 Luglio 2015 da Eleonora Bove

3 Risposte

0 voti
Risposta migliore
In caso di affidamento del servizio di conservazione da parte di una PA verso un fornitore esterno (che deve essere un conservatore accreditato) la PA deve sempre e comunque nominare al suo interno un Responsabile della conservazione (secondo quanto previsto dall'art. 44 del CAD e relative regole tecniche).
Ovviamente il Responsabile (interno) della conservazione della PA può farsi coadiuvare nelle sue attività di verifica dell'operato del conservatore anche da un professionista esterno (in qualità di consulente).
risposta inviata 12 Marzo 2015 da D&L Department Lisi (6,450 punti)
Selezionata 17 Marzo 2015 da Eleonora Bove
0 voti
risposta inviata 11 Marzo 2015 da Eleonora Bove (2,100 punti)
0 voti

Il Responsabile della conservazione nelle pubbliche amministrazioni deve essere un ruolo necessariamente individuato all'interno della stessa e non può essere delegato al conservatore esterno accreditato presso AgID. Lo si evince chiaramente dal comma 3 dell'art. 7 delle Regole tecniche sulla conservazione (DPCM 3 novembre 2013), il quale stabilisce che "nelle pubbliche amministrazioni, il ruolo del responsabile della conservazione è svolto da un dirigente o da un funzionario formalmente designato".

risposta inviata 12 Marzo 2015 da D&L Department Lisi (6,450 punti)
condivido la risposta , ma nel caso in cui nell'Ente tra i dirigenti o funzionari da designare non vi sono le competenze , può essere incaricato un soggetto terzo ( professionista )
se non vi sono le competenze è possibile affidare il processo di conservazione all'esterno, tuttavia la figura del responsabile deve comunque essere presente internamente, poi eventualmente "svuotata" dei compiti ovvero delegati all'esterno, per ulteriori info veda questa risposta: http://rispondipa.it/108/soggetto-locale-nominare-responsabile-della-conservazione
ATTENZIONE IL 5-3 -2015  E' STATA EMANATO DALL'AGENZIA ITALIA DIGITALE  IL NUOVO SCHEMA DI
PAIANO DI SICUREZZA  PER  L'ATTIVITA' DI CONSERVAZIONE SONO CAMBIATE MOLTE COSE